Visita all'Abbazia di Vallombrosa

- 27 Settembre 2015 -

Visita all’Abbazia di Vallombrosa

L’Abbazia di Vallombrosa si trova in una piccola pianura in località Acquabella (oggi Vallombrosa) appena sotto la Croce del Pratomagno: un’oasi di pace circondata da boschi rigogliosi.

L’Ordine Vallombrosano fu fondato da San Giovanni Gualberto, nato da un’illustre famiglia fiorentina, che nel 1036 si ritirò in eremitaggio proprio a Vallombrosa. Dopo un primo oratorio in legno, la comunità vallombrosana nel 1058 costruì una chiesa in pietra, che venne ampliata nel 1200 mentre prendeva corpo anche il monastero. Il chiostro grande, la sacrestia, la torre risalgono al XV secolo, anche solo nel primo Settecento la chiesa assume l’aspetto omogeneo e sontuoso che possiede ancora oggi.

L’Abbazia conserva un importante patrimonio artistico: una tavola di Raffaello dei Carli e alcuni affreschi di Fabbrini (1750) nella cupola e nella volta della navata; la Trinità di Lorenzo Lippi e il ricco reliquario del braccio di San Giovanni Gualberto ad opera dell’orafo fiorentino Paolo Sogliano (1500) e il coro in legno intarsiato di Francesco da Poggibonsi.

Nella sacrestia rinascimentale sono esposte una tavola di Raffaellino del Garbo con San Giovanni Gualberto e altri santi (1508), e una grande pala di terracotta invetriata della bottega di Andrea della Robbia, mentre il refettorio ospita una serie di Ignazio Hugford (1745).

 


Fotografo: Roberto D’Angelo

Leave a Reply